Dopo qualche giorno di riposo torniamo oggi per dirvi GRAZIE.

Quest’anno i ringraziamenti sono particolarmente sentiti perché siamo riusciti, veramente, a toccare con mano i frutti del nostro lavoro. Non stiamo parlando di importanti riconoscimenti o di risultati economici, ma del sorriso e dello stupore sul volto di chi, per la prima volta, è venuto a San Giovanni in Galdo o di chi è tornato dopo una lunga assenza perché ha saputo che a San Giovanni “ci si può divertire”. Il Morrutto è stato definito “Il salotto culturale del Molise”, il nostro paese è stato apprezzato ed elogiato da una molteplicità di persone. C’è chi non comprende, chi ci accusa di voler rimpiazzare le tradizioni del luogo con eventi lontani dai nostri costumi. Può non piacere il Jazz, così come il bodypainting e gli artisti di strada, ma il mondo cresce e prolifera grazie alla capacità di aprirsi al nuovo e all’integrazione delle culture. E poi il bello è bello, ovunque ed in qualsiasi contesto. Noi non vogliamo che San Giovanni diventi un polveroso museo. Vogliamo sentire le grida dei bambini che corrono dietro un giocoliere, vogliamo il frastuono della musica che riempie le strade. Vorremmo vedere coinvolti nel nostro progetto tutti coloro che amano San Giovanni, anche i più scettici, chiunque abbia voglia, positività e propositività necessarie per il raggiungimento degli obiettivi comuni. Vogliamo che chi arriva per la prima volta possa innamorarsi di questo posto che ci sta tanto a cuore, e che i nostri ragazzi possano immaginare il loro futuro in questi luoghi. 

Siamo dei sognatori forse, ma è grazie a questo sogno che siamo arrivati fin qui.
Grazie ancora.
A presto.
Gli Amici del Morrutto.

Foto di Maria Vico.

Questa voce è stata pubblicata in Gli Amici del morrutto. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *